Lunedì, 19 Novembre 2018 10:42

Quelli di Edimburgo

Questo blog è indirizzato a tutti gli appassionati di Rugby, in particolare allo sparuto manipolo della Partenope Rugby Old che saranno presenti e già assaporano le emozioni della sfida Scozia vs Italia del 6 Nazioni 2019.

 

 

 

Cominciamo col conoscere il canto degli Scozzesi.

Flower of Scotland

L'inno della Scozia fu scritto nel 1960 e fu adottato dalla Nazionale nel 1989. Celebra la vittoria scozzese sull'Inghilterra del re Edoardo II nella battaglia di Bannockburn nel 1314.

O Flower of Scotland
When will we see
Your like again,
That fought and died for,
Your wee bit Hill and Glen
and stood against him,
Proud Edward's Army.
And sent him homeward,
Tae think again.
The Hills are bare now,
And autumn leaves
Lie thick and still,
O'er land that is lost now,
Which those so dearly held,
Taht stood against him,
Proud Edward's Army,
And sent him homeward,
Tae think again.
Those days are past now,
And in the past
They must remain,
But we can still rise now,
And be the nation again
That stood against him,
Proud Edward's Army,
And sent him homeward.
(O Fiore di Scozia,
Quando [mai] ti vedremo
Ancora,
[come te] che hai lottato e sei morto
Per la tua parte di collina e valle,
Si è schierato contro di lui,
L'esercito dell'orgoglioso Edoardo,
E lo ha rimandato a casa,
Tae pensa ancora.
Le colline sono spoglie,
Le foglie autunnali
sono spesse e pesanti,
sulla terra che ora è persa,
la quale ci era molto cara
Tae pensa ancora.
L'esercito dell'orgoglioso Edoardo,
E lo ha rimandato a casa,
Tae pensa ancora.
Quei giorni ora sono passati,
E nel passato devono restare.
Ma ora noi possiamo ancora rialzarci,
ed essere ancora la nazione
che si è schierata contro di lui
L'esercito dell'orgoglioso Edoardo,
E lo ha rimandato a casa,
Si è schierato contro di lui)

 

 

Sarà un tuffo nel mondo di Harry Potter... 

 

 

Uno sguardo al nostro Albergo: 

 
Come spostarsi a Edimburgo:
 
 
Itinerari per visitare la città:
 

Dall'Albergo allo stadio Murrayfield

 

Se siamo fortunati... potremmo assistere a questo spettacolo:

The Black Watch P&D parade Edinburgh's Royal Mile

 

Published in Blog
Martedì, 06 Novembre 2018 12:32

Per quelli di Cardiff

Piccolo promemoria per la brigata in partenza per Cardiff

Un po' di storia.
Cardiff è una delle città più importanti del Regno Unito, situata sulla baia di Bristol alla foce del fiume Taff, nel Sud Est del Galles, di cui è la Capitale. Viene spesso soprannominata la "terra dei castelli", per la presenza sul suo territorio di numerosi fortezze di epoca medioevale, costruite nell'undicesimo secolo dagli invasori normanni. La città si è però sviluppata soprattutto nel diciannovesimo secolo con la rivoluzione industriale, grazie all'attività mineraria, perché ricca di giacimenti di carbone, e al suo porto fortemente trafficato, che l'ha resa una delle più moderne d'oltremanica. È caratterizzata da un clima sempre abbastanza mite, mai eccessivamente caldo d'estate, ma rigido durante l'inverno, per cui il periodo dell'anno migliore per una vacanza in questo territorio è nei mesi primaverili.

Passeggiare e shopping.
Visitare Cardiff significa anche camminare per le sue strade ricche di storia e, oggi, di negozi che la rendono particolarmente interessante per gli amanti dello shopping. In particolare, vi consigliamo di percorrere High Street /St Mary Street, che parte dall'ingresso del Castello, attraversa la città tra le facciate colorate di case vittoriane e arriva nel centro. Da non perdere è anche Arcade, una sorta di grande centro commerciale, che vanta sei gallerie ricche di negozi, bar e ristorantini. È molto comoda soprattutto nei mesi invernali, quando è possibile trovare riparo da pioggia e neve. Da segnalare anche la Cathedral Road, una delle strade vittoriane più belle del mondo.

Questo sicuro non ce lo perdiamo.
Un altro dei fiori all'occhiello della città gallese è il Millennium Stadium, tempio mondiale del rugby. Si tratta di una immensa costruzione, dove in genere si svolgono anche concerti (qui si sono già svolti quelli degli Stones, U2, Paul McCartney, Springsteen e Madonna, solo per citarne alcuni), spettacoli e altri eventi sportivi come la finale di Champions League. Costruito nel 1999, può contenere fino a poco meno di 75mila spettatori. La sua caratteristica è la copertura in acciaio che riesce a chiudere interamente il campo da gioco, misto sintetico e erba naturale, dall'alto. È possibile anche fare dei mini-tour all'interno della struttura: per informazioni su orari e prezzi, che vanno dalle 12,50 sterline alle 9 per i ridotti, e prenotazioni consultate il sito ufficiale del Millennium Stadium. Di fronte lo stadio, la domenica è in programma il famoso mercatino di Cardiff, con prodotti artigianali o naturali, marmellate, forme di pane, cioccolata dai sapori piú insoliti.

Cosa fare a Cardiff: divertimento e vita notturna.

Cardiff è una città che ben coniuga relax, cultura e divertimento, anche e soprattutto per i più giovani, dato che qui si concentrano alcuni dei più famosi college e università del Paese, come la Cardiff University, Cardiff Metropolitan Università, l'Università del Galles, St John's College, St Michael's College di Llandaff e il Royal Welsh College of Music and Drama. Per trascorrere una serata sorseggiando birra o facendo una romantica cena a lume di candela davanti a un panorama mozzafiato sulla città, vi consigliamo di recarvi al Mermaid Quay, a soli 5 minuti dal centro cittadino. Qui troverete panchine su cui prendere il sole, bar, pub e anche un'area riservata ai bambini. Altra visita da non dimenticare se andate a Cardiff è quella alla Doctor Who Experience, in cui potrete fare un vero e proprio viaggio nel tempo, osservando da vicino Dalek, Cybermen e tutti i personaggi preferiti della famosa e omonima serie televisiva. Ne ammirerete il set, i costumi di scena e gli arredi.

Dove mangiare e bere a Cardiff.
La tradizione culinaria gallese è molto simile a quella inglese. Spazio a carne, soprattutto d'agnello, panini e birre, ma attenzione anche al pesce, che qui è sempre fresco, servito spesso insieme al porro vegetale, che è stato riconosciuto come verdura nazionale. Molto conosciuti sono anche i "rarebit del Galles", crostini di formaggio preparati solitamente con pan carrè e Cheddar, e il "Tatws Pum Munud", uno stufato a base di pancetta affumicata, brodo, patate ed altre verdure. La maggior parte dei locali dove assaggiare queste eccellenze locali si trovano nella zona della Baia e in quella del Millennium Stadium.

 

Come spostarsi.
Metro
A Cardiff è presente una linea metropolitana suburbana gestita dalla società Arriva Trains Wales, meglio nota come Valley Lines.
Esistono otto linee che collegano Central a Queen Street con venti piccole stazioni nella città, ventisei nell’area metropolitana e circa sessanta al Sud del Galles.
Con mezzi pubblici
La città ha a disposizione un gran numero di autobus che coprono tutto il territorio urbano attraverso una fitta rete di linee. Il biglietto costa circa £ 1,70. Da qui partono anche i tour per turisti, il cui biglietto si aggira intorno a un costo di 8,00 £.
Con tour guidati
Oltre a molte compagnie private che organizzano tour in città, a Cardiff è possibile comprare un biglietto per una mini crociera nel canale che vi permetterà di visitare Cardiff via acqua.

L'Hotel:

Shopping!?

 
Castle Quarter Arcade
 
Oppure:
Royal Arcade
 
Oppure:
Pierhead Building
 
Alla prossima per eventuali aggiornamenti.
Published in Blog

La Partenope Old a Cardiff per 6 Nations Parte Seconda

Smaltite, almeno un po', le novità che la città ci ha riservato, con un senso dell'orientamento più o meno consolidato e dopo una massiccia colazione (da buoni Partenopei e company non ci siamo fatti mancare niente) la domenica mattina ci siamo avviati verso lo stadium. Situato a poca distanza dall'hotel, neanche mezz'ora di passeggiata, abbiamo incrociato nel centro le prime pattuglie di tifosi Italiani. Qualcuno riconoscibile per la maglia azzurra o per tratti tipicamente latini, molti per vestimenti e travestimenti vari. Tutti con una gran voglia di divertirsi e socializzare con i Gallesi. I pub, i centri commerciali, e i negozi tutti sono stati presi d'assalto, era un via vai continuo e incessante. 

 

 

Quello che è sicuro... ci siamo fatti notare... Quì in pratica abbiamo riunito l'Italia, dal Veneto alla Puglia passando per il Lazio e la Campania, alla faccia di certe politiche.

Insomma la mattinata è andata passandola a cacciare i tanti gruppi di tifosi azzurri, tra saluti e inviti a prossimi appuntamenti per vari tornei Old. Una puntata per un caffè (risparmio i triti commenti sulla qualità...) ancora qualche gadgets, per poi cominciare l'avvicinamento allo stadium.

 

 Il tempo di bere una birra (e annesso tarallo Napoletano appositamente fatto migrare per l'occasione) insieme a questa splendida coppia di ragazzi di Napoli, lui ex giovane giocatore della Partenope e lei dolcissima compagna di viaggio.

 

 Un ultima foto istituzionale insieme a un consigliere federale e una grintosa ragazza di Cardiff, non vedeva l'ora di farsi riprendere con noi... cose che racconterà ai bis pronipoti...

Giusto in tempo per assistere alla vittoria delle nostre ragazze, bellissima impresa che faceva seguito alla splendida vittoria dell'Under 20. Impressionante lo stadium:

 Non voglio annoiare con pareri sulla partita, meglio godersi i due filmati, il primo è l'omaggio del coro ai tifosi e ospiti Italiani, "O Sole Mio" cantato a squarciagola da tutti, sembrava quasi un inno nazionale. Il secondo è l'immediato  prematch con gli inni, quelli veri e cantati con sincero slancio e commozione. Sensazioni da provare.

 

 

 

Tutto quanto non contenuto nell'articolo lo trovate nell'album a corredo.

Vai all'Album

E' Tutto, già si discute sulla trasferta di Edimburgo per il 6 Nations del 2019. Noi ci saremo.

 

Published in Articoli

 La Partenope Old a Cardiff per 6 Nations Parte Prima

E anche Cardiff ha assoporato la presenza della pattuglia Partenopea degli Old, tutti insieme come vecchi compagni, per qualcuno fortunato insieme alle compagne della vita. Dopo il trasferimento da Napoli verso Roma Fiumicino, sbrigate le ormai note attività di accesso all'imbarco, ci sentivamo, seduti ai seggiolini (che ogni volta sembrano più stretti), come alla gita del V anno, direzione Bristol per poi proseguire verso Cardiff.

Naturalmente non ci siamo accorti della stanchezza ne della fatica. Ad accoglierci a Bristol c'era il mitico clima anglosassone, pioggia, un cielo plumbeo e grigio un po' dappertutto. Diciamo che l'ora tarda non riusciva a mitigare la sensazione, comunque è quello che sapevamo di trovare.

 

La residenza che ci ha ospitato in puro stile Welsh... meglio evitare riferimenti British. E la cosa è resa palpabile dalle indicazioni stradali, tutte rigorosamente in doppia lingua: Inglese e Hen Gymraeg, tanto per capirci.

 Una prima occhiata al centro antico... Ci accolgono le mura del castello di Cardiff con i suoi mitici animali:

 

 
 

 

E poi abbiamo visto lui... il Millennium Stadium (in gaelico Stadiwm y Mileniwm). L'amministrazione per motivi di sponsor hanno poi intitolato la stadio Principality Stadium (Welsh: Stadiwm Principality).

 

 

Il sabato è scorso tra camminate, caccia a personaggi noti e meno noti, saggi e assaggi di birre, piatti locali e shopping più o meno limitati e gran divertimento. I gallesi ci hanno simpaticamente accolto un po' dappertutto, spesso li abbiamo travalicati, ci siamo fatti capire come solo a Napoli sappiamo fare, conquistando sorrisi e simpatie varie. Le prove sono nell'album a corredo.

Vai all'album

Vi rimando al prossimo articolo: Cardiff 6 Nations 2018 la Domenica e il Millennium...

Published in Articoli
Venerdì, 02 Marzo 2018 11:20

Per quelli di Cardiff

Piccolo promemoria per la brigata in partenza per Cardiff

Un po' di storia.
Cardiff è una delle città più importanti del Regno Unito, situata sulla baia di Bristol alla foce del fiume Taff, nel Sud Est del Galles, di cui è la Capitale. Viene spesso soprannominata la "terra dei castelli", per la presenza sul suo territorio di numerosi fortezze di epoca medioevale, costruite nell'undicesimo secolo dagli invasori normanni. La città si è però sviluppata soprattutto nel diciannovesimo secolo con la rivoluzione industriale, grazie all'attività mineraria, perché ricca di giacimenti di carbone, e al suo porto fortemente trafficato, che l'ha resa una delle più moderne d'oltremanica. È caratterizzata da un clima sempre abbastanza mite, mai eccessivamente caldo d'estate, ma rigido durante l'inverno, per cui il periodo dell'anno migliore per una vacanza in questo territorio è nei mesi primaverili.

Passeggiare e shopping.
Visitare Cardiff significa anche camminare per le sue strade ricche di storia e, oggi, di negozi che la rendono particolarmente interessante per gli amanti dello shopping. In particolare, vi consigliamo di percorrere High Street /St Mary Street, che parte dall'ingresso del Castello, attraversa la città tra le facciate colorate di case vittoriane e arriva nel centro. Da non perdere è anche Arcade, una sorta di grande centro commerciale, che vanta sei gallerie ricche di negozi, bar e ristorantini. È molto comoda soprattutto nei mesi invernali, quando è possibile trovare riparo da pioggia e neve. Da segnalare anche la Cathedral Road, una delle strade vittoriane più belle del mondo.

Questo sicuro non ce lo perdiamo.
Un altro dei fiori all'occhiello della città gallese è il Millennium Stadium, tempio mondiale del rugby. Si tratta di una immensa costruzione, dove in genere si svolgono anche concerti (qui si sono già svolti quelli degli Stones, U2, Paul McCartney, Springsteen e Madonna, solo per citarne alcuni), spettacoli e altri eventi sportivi come la finale di Champions League. Costruito nel 1999, può contenere fino a poco meno di 75mila spettatori. La sua caratteristica è la copertura in acciaio che riesce a chiudere interamente il campo da gioco, misto sintetico e erba naturale, dall'alto. È possibile anche fare dei mini-tour all'interno della struttura: per informazioni su orari e prezzi, che vanno dalle 12,50 sterline alle 9 per i ridotti, e prenotazioni consultate il sito ufficiale del Millennium Stadium. Di fronte lo stadio, la domenica è in programma il famoso mercatino di Cardiff, con prodotti artigianali o naturali, marmellate, forme di pane, cioccolata dai sapori piú insoliti.

Cosa fare a Cardiff: divertimento e vita notturna.

Cardiff è una città che ben coniuga relax, cultura e divertimento, anche e soprattutto per i più giovani, dato che qui si concentrano alcuni dei più famosi college e università del Paese, come la Cardiff University, Cardiff Metropolitan Università, l'Università del Galles, St John's College, St Michael's College di Llandaff e il Royal Welsh College of Music and Drama. Per trascorrere una serata sorseggiando birra o facendo una romantica cena a lume di candela davanti a un panorama mozzafiato sulla città, vi consigliamo di recarvi al Mermaid Quay, a soli 5 minuti dal centro cittadino. Qui troverete panchine su cui prendere il sole, bar, pub e anche un'area riservata ai bambini. Altra visita da non dimenticare se andate a Cardiff è quella alla Doctor Who Experience, in cui potrete fare un vero e proprio viaggio nel tempo, osservando da vicino Dalek, Cybermen e tutti i personaggi preferiti della famosa e omonima serie televisiva. Ne ammirerete il set, i costumi di scena e gli arredi.

Dove mangiare e bere a Cardiff.
La tradizione culinaria gallese è molto simile a quella inglese. Spazio a carne, soprattutto d'agnello, panini e birre, ma attenzione anche al pesce, che qui è sempre fresco, servito spesso insieme al porro vegetale, che è stato riconosciuto come verdura nazionale. Molto conosciuti sono anche i "rarebit del Galles", crostini di formaggio preparati solitamente con pan carrè e Cheddar, e il "Tatws Pum Munud", uno stufato a base di pancetta affumicata, brodo, patate ed altre verdure. La maggior parte dei locali dove assaggiare queste eccellenze locali si trovano nella zona della Baia e in quella del Millennium Stadium.

 

Come spostarsi.
Metro
A Cardiff è presente una linea metropolitana suburbana gestita dalla società Arriva Trains Wales, meglio nota come Valley Lines.
Esistono otto linee che collegano Central a Queen Street con venti piccole stazioni nella città, ventisei nell’area metropolitana e circa sessanta al Sud del Galles.
Con mezzi pubblici
La città ha a disposizione un gran numero di autobus che coprono tutto il territorio urbano attraverso una fitta rete di linee. Il biglietto costa circa £ 1,70. Da qui partono anche i tour per turisti, il cui biglietto si aggira intorno a un costo di 8,00 £.
Con tour guidati
Oltre a molte compagnie private che organizzano tour in città, a Cardiff è possibile comprare un biglietto per una mini crociera nel canale che vi permetterà di visitare Cardiff via acqua.

L'Hotel:

Shopping!?

 
Castle Quarter Arcade
 
Oppure:
Royal Arcade
 
Oppure:
Pierhead Building
 
Alla prossima per eventuali aggiornamenti.
Published in Blog